VAL LESINA - Strada Militare

Difficoltà : impegnativo

Mappa dettagliata : vedi e scarica il tracciato

Tracciato : scarica qui il tracciato

Sulla strada militare

DESCRIZIONE PERCORSO
Questo circuito porta a percorrere la strada militare presente sulle montagne della Val Lesina (il tempo totale del percorso è di circa 10 ore).
La partenza è da Tavani, frazione di Delebio, raggiungibile via auto o bus STPS .
La prima meta sono l'alpe e il rifugio Scoggione .
Dal punto di partenza il primo tratto è un sentiero non tracciato.
Si prende al termine della strada asfaltata di Tavani e, superato un ponte in sasso a sinistra, si sale in mezzo al bosco.
Quindi passato un corso d'acqua si prosegue salendo a sud lateralmente alle rovine di una casa e quindi, in fronte ad un'altra vecchia casa, si prende direzione ovest e, in lieve falsopiano, ci si collega a una strada sterrata.
La seguiamo e quasi subito incrociamo un'altra strada sterrata che, salendo da Piantedo centro, prosegue a sinistra (sud) conducendo in località Prati Forati.
Da qui il sentiero (a destra) ben segnalato va a collegarsi con il sentiero che sale da Colico a Rusico.
A parte due prati tutto il percorso è in pineta, un'ascesa a zig-zag che si apre infine all'alpeggio di Scoggione.
Siamo a 1575 metri e sopra di noi c'è il Legnone. Il sentiero indicato a bandierine bianco e rosse prosegue e andiamo finalmente a collegarci alla strada militare, parte della linea Cadorna, o più correttamente Frontiera Nord. La strada fu realizzata per portare uomini e armamenti alle trincee poste a quota duemila metri e studiate per difendersi da un eventuale attacco e, soprattutto nella prima guerra mondiale, da un'eventuale invasione tedesca dalla Svizzera.
La strada sale senza grosse pendenze fino a quota 1970 metri (passo Colombano).
Alcuni tratti della strada si sono oramai trasformati in sentiero e piante e piccoli smottamenti ne hanno ridotto la carreggiata.
In altri punti la strada è rimasta come quando è stata costruita cento anni fa.  
Proprio perchè transito di possibili cannoni e altre attrezzature pesanti, la strada è stata fatta con poca pendenza, uno zig-zag continuo.
Al passo di Colombano è possibile vedere i resti delle trincee.
Qui c'è una deviazione, salendo si va al monte Legnone (2.600 mt.).  
Proseguiamo invece sulla strada militare che prima scende, quindi pianeggiante sovrasta tutta l'alpe Legnone.
Inizia quindi nuovamente la lieve salita.
Ascesa che termina a quota 2.300 metri alla forcella del Legnone.
Da qui, proseguendo con la strada militare, ci si collega all'Alta Via della Valsassina e con un successivo sentiero si può salire al monte Legnone o, in alternativa, prendere il sentiero per andare ai laghi di Daleguaccio.
Si ritorna. Si scende per un tratto dalla precedente via di salita, quindi, all'altezza di un baitello, si trova una deviazione indicata con CAPEL.
Il primo tratto di sentiero è confuso (sembrano indicazioni studiate per chi sale e non per chi scende) poi diventa ben definito.
Il sentiero scende lievemente e gira alta intorno all'alpe Cappello.
Quasi alla fine della valle troviamo a sinistra la deviazione alpe Cappello (il sentiero prosegue in direzione alpe Luserna).
Inizia la discesa vera. In poco tempo arriviamo in fondo all'Alpe Cappello.
Un altro cartello ci direziona o all'Alpe Legnone (sinistra a ovest) o Casera Luserna (destra a est) o per Osiccio (davanti a nord).
Si prosegue scendendo fino all'alpeggio sottostante e quindi con la strada sterrata al paese di Osiccio.  
Ci colleghiamo così alla strada sterrata che scende a Delebio e la seguiamo fino a una deviazione a sinistra (non segnalata) che ci porta a prendere prima un tratto largo (c'è una sbarra) e successivamente, dietro a una casa in rovina, un sentiero (a suo tempo siglato con un numero 2 ma di cui oramai ci sono solo poche tracce consumate).
Il sentiero, taglia e segue un corso d'acqua, breve tratto piano e poi nella discesa è sconnesso, poco pulito e rovinato dal passaggio delle moto da trial.
Scendendo all'altezza del primo corso d'acqua citato, ci si ricollega nell'ultimissimo tratto a quello iniziale per ritornare al punto di partenza, Tavani.

DISCESA A VALLE
Scendendo all'abitato di Delebio ci sono circa 25 minuti a piedi per ritornare a Tavani. In alternativa, si può verificare il passaggio del bus STPS alla fermata in piazza Caduti di Nassiriya sulla S.S. 38.

PRESENZA FONTANE
Nella salita ci sono fontane a quota 900 e 1200 metri, quindi al rifugio Scoggione e al baitello sotto la forcella del Legnone. Scendendo alla baita dell'Alpe Cappello, in località Panzone e a Osiccio.

 

Ospitalità & Associati

Passi Alpini

  • Forcola:chiuso
  • Foscagno:aperto
  • Maloja:aperto
  • San Marco:chiuso
  • Spluga:chiuso
  • Stelvio:chiuso
  • Tonale:aperto

Newsletter

Contatti

Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno
Piazza Bossi 7/8, 23017 Morbegno, SO
  +39 0342 601140
  info@valtellinamorbegno.it

P.IVA 00795380146

Orari di apertura:
lun-sab 08.00 - 12.40 14.00 - 18.10
dom 08.00 - 12.00

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy